Rischi online

Cyberbullismo

Adescamento

Challenge

Dipendenza

Esposizione a eventi pericolosi

Esposizione a materiale pericoloso

Profilazione e frodi

Sexting
e derivati

Pericoli generali per la salute psico-fisica

Cyberbullismo

Definizione

  • Cyberbullismo (L.71/2017 art.1): “qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d’identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali in danno di minorenni, realizzata per via telematica, nonché la diffusione di contenuti online aventi ad oggetto anche uno o più componenti della famiglia del minore il cui scopo intenzionale e predominante sia quello di isolare un minore o un gruppo di minori ponendo in atto un serio abuso, un attacco dannoso, o la loro messa in ridicolo.”

Declinazioni:

  • cyberbashing: videoregistrare un’aggressione fisica nella vita reale per poi pubblicarla online
  • flaming: battaglia verbale online di messaggi violenti e/o volgari 
  • harassment: messaggi insultanti e/o volgari inviati ripetutamente tramite pc/smartphone
  • exposure: pubblicazione e condivisione in rete di informazioni personali e private di terzi
  • trolling: disturbo di luoghi online di gruppo attraverso la condivisione di contenuti fastidiosi 
  • cyberstalking: molestare una persona attraverso dispositivi di comunicazione elettronica
  • denigration: condivisione di foto ritoccate o video di prese in giro allo scopo di denigrare 
  • baiting: prendere di mira utenti in contesti di gruppo – chat, giochi, forum – insultandoli 
  • trickery: ottenere informazioni confidenziali da una persona per poi pubblicare e condividere
  • exclusion: esclusione volontaria di un coetaneo da un gruppo
  • impersonation: furto d’identità a scopo denigratorio
  • frape: combinazione derivata dalle parole Facebook e Rape; l’atto di utilizzare l’account Facebook di un’altra persona per scrivere commenti denigratori

Adescamento

Definizione

  • grooming: adescamento da parte di un adulto nei confronti di un minore
  • violenza sessuale psicologica
  • violenza sessuale fisica in seguito a geolocalizzazione
  • richiesta immagini intime 
  • traffico immagini intime e pedopornofilia

Dipendenza

Definizione

  • TAD-Technology Addiction Disorder: dipendenza da tecnologie
  • IAD – Internet Addiction Disorder: dipendenza dall’utilizzo ossessivo di internet, sia che si tratti di social che gaming o altre piattaforme; il malessere che deriva dal tentativo di separazione dal device è segno di possibile livello patologico
  • dipendenza da like: l’attitudine ad impostare il proprio comportamento sui social in funzione della reazione dei propri follower  e alla “ricompensa” conteggiata in like, che si riceve. N.B. Esistono alcune App per “unfollow” che consentono di  vedere quali utenti smettono di seguire il proprio account. Es: Cleaner for IG, Reports+, Followers Track: Insta Reports, Who Unfriended Me? 
  • Fear Of Missing Out (FOMO): forma di ansia sociale che porta a dover rimanere in contatto costante con gli altri, per la paura di “essere tagliati fuori”
  • Dipendenza da immagine corporea digitale: necessità emotiva e compulsiva di modifica del proprio aspetto tramite i filtri digitali
  • craving: originariamente il desiderio incontrollabile di assumere una sostanza psicoattiva (droga, alcol) o un particolare alimento; in questo caso: utilizzo della Rete compulsivo ed irrefrenabile
  • nomofobia: paura di rimanere senza carica o di non avere connessione sul proprio telefono e quindi rimanere “esclusi”, perdendo notifiche, aggiornamenti e il contatto con gli altri
  • ringxiety: unione di ring anxiety, sindrome da vibrazione fantasma: pen- sare erroneamente che il proprio smartphone stia vibrando in tasca, indicando l’arrivo di email o messaggi
  • compulsive on-line gambling: il gioco d’azzardo compulsivo, già da tempo riconosciuto e contemplato dal DSM-IV attualmente presente nel DSM-5 inquadrato nella categoria delle “dipendenze comportamentali” (dipendenze senza sostanza). La possibilità di accedere da casa a casinò virtuali o a siti per scommettitori facilita lo sviluppo di tale disturbo, con effetti deleteri sulla vita di relazione ed economica
  • cybersexual addiction: riguarda sia il materiale disponibile in rete vietato ai minori (immagini pornografiche, giochi, film), sia le relazioni erotiche tra due o più partecipanti mediante e-mail, chatroom, webcam, social network, ecc.
  • cyber relationship addiction: riguarda lo stabilire relazioni amicali e/o sentimentali tramite e-mail, chatroom, social network, ecc. a scapito dei reali rapporti interpersonali
  • MUD’s addiction: i MUD sono giochi di ruolo in cui, tramite la rete, è possibile che più utenti giochino tra loro simultaneamente. Di solito prevedono la creazione di un personaggio fittizio con cui il soggetto gioca e si identifica;
  • information overload addiction: questa dipendenza si caratterizza per la ricerca estenuante di informazioni, protratta dall’individuo per gran parte del tempo di collegamento. Le informazioni vengono ricercate attraverso attività come il web surfing e/o indagini senza fine su materiali reperibili in banche dati.

Esposizione ad eventi pericolosi

Definizione

Challenge, gaming o gruppi online possono istigare il minore ad azioni dannose su sé stesso sia dal punto di vista psicologico che fisico:

  • istigazione a autolesionismo
  • istigazione a suicidio
  • istigazione a anoressia e bulimia
  • istigazione a comportamenti violenti e volutamente dannosi per gli altri (ad es., stupro di gruppo filmato);
  • istigazione alla prostituzione
  • istigazione al linguaggio violento

Challenge

Definizione

Le challenge possono essere suddivise in tre tipogie: autolesive, legate al bullismo e le “bufala”

CHALLENGE AUTOLESIVE

Forma di attacco al corpo per mostrare il proprio coraggio a se stessi e agli altri, in cui vince chi riesce a sopportare più a lungo il dolore, il tutto documentato e diffuso online. Comportano un rischio significativo di danni fisici, mentali o emotivi.

Balconing Consiste nel saltare da un balcone o da una finestra posti a un piano elevato direttamente all’interno di una piscina o di un altro balcone.

Bird Box Ispirata all’omonima serie su Netflix consiste nel farsi riprendere mentre si vaga bendati o si è intenti a intraprendere azioni pericolose.

Blackout Detto anche “pass out challenge”, consiste nel filmarsi mentre ci si provoca un’asfissia temporanea. Lo scopo di questa pericolosa challenge è quello di provocarsi piacere e una sensazione di euforia che, si dice, sia legata ad esperienze del genere. In Italia il 6/09/19 ha fatto una vittima, Igor Maj.

Cannella Consiste nel filmarsi mentre si ingoia un cucchiaio pieno di cannella, senza l’aiuto dell’acqua. La pericolosità di questa sfida sta nel fatto che la cannella secca la bocca e la gola, provocando tosse, vomito, irritazione e difficoltà respiratorie che possono causare il collasso dei polmoni. In più, durante l’ingestione, c’è il pericolo di inalarla, cioè di tirarla su con il naso e provocarsi irritazioni alle mucose nasali.

Cinderella Sfida dove le ragazze si “affamano” per avere un giro vita sottile come quello irrealistico della celebre principessa Disney.

Condom Snorting Consiste nello sfidarsi ad inalare un preservativo, cioè tirarlo su per il naso per poi farlo uscire dalla bocca. 

Killselfie – Daredevil selfie Consiste nel scattarsi delle foto in condizioni estreme come costruzioni alte, palazzoni torri, tetti o avvicinandosi  il più possibile a un treno in corsa, sfidandosi a chi riesce a mettere il viso più vicino.

Planking Consiste nello sdraiarsi in posti sempre più inconsueti. Il centro di un incrocio stradale; la ringhiera di una scala; il cornicione di un palazzo alto; qualsiasi posto non adatto a sdraiarsi senza rischiare di cadere e farsi male.

Tide Pod Consiste nell’ingerire  capsule di detersivo che possono causare danni/lesioni gravi. 

CHALLENGE LEGATE AL BULLISMO 

Sfide in cui i partecipanti sono invitarti a svolgere attività finalizzate a denigrare e mettere in ridicolo un loro coetaneo

Boiler Summer Cup Tentativo di adescare in discoteca ragazze sovrappeso, postare il video sui social e poi sfidare altri ragazzi a trovarne una di peso ancora maggiore.

Skullbreaker In questa sorta di “gioco” si cerca di far cadere una persona all’indietro, battendo la testa: tre persone si mettono d’accordo per saltare tutte insieme nello stesso momento ma, sfortunatamente per la persona che sta nel mezzo, quelle di lato si sono messe d’accordo tra loro per darle un calcio mentre sta compiendo il salto, facendole perdere l’equilibrio e cadere. 

CHALLENGE “BUFALA” 

False sfide legate a suicidio/autolesionismo. Diffondono un’informazione falsa, ossia che esista un soggetto malintenzionato che guida i partecipanti a svolgere una serie di attività dannose che si intensificano, terminando con atti di autolesionismo o suicidio. 

Blue Whale fenomeno virale russo del 2018. Il Blue Whale chiedeva ai teenager di seguire una serie di compiti sempre più pericolosi, che culminavano con il suicidio. E’ difficile individuare la verità tra le centinaia di articoli sul tema. Sono molti, infatti, i casi di suicidio collegati erroneamente alla Blue Whale. 

Jonathan Galindo Soggetto nocivo che si presenta come un essere spettrale con superpoteri. Avrebbe la capacità di minare l’autonomia degli utenti attraverso il controllo mentale, per costringerli a completare una serie di attività̀ pericolose che culminano in autolesionismo e suicidio.

Momo Challenge Poca chiarezza; Momo sarebbe una creatura che risponde ai messaggi mandati a tre diversi account WhatsApp. Contattando questi numeri la creatura risponderebbe insultando l’utente o mandando immagini raccapriccianti fino ad arrivare a spingere il malcapitato al suicidio. L’immagine inquietante legata alla Momo Challenge ritrae una scultura di un’artista giapponese che ha riprodotto una sua interpretazione di uno dei mostri del folklore nipponico, l’Ubume.

Samara Consiste nel farsi riprendere da un complice mentre di notte si vaga per le strade travestiti da Samara, la spettrale bimba dai lunghi capelli neri che grazie alla serie cinematografica “The Ring” è diventata una vera icona horror. 

I Consigli di Fondazione Carolina

  • Non menzionare in presenza di minori il nome di Challenge specifiche
  • Informati sui contorni legati alle varie sfide analizzando le loro particolarità
  • Mantieni un dialogo aperto finalizzato a fornire ai bambini e ai ragazzi delle strategie per affrontare contenuti difficili, sconvolgenti o rischiosi
  • Aiuta i ragazzi a sviluppare un pensiero critico circa le proposte di sfide on line che arrivano dal web 
  • Apri con loro un confronto finalizzato a comprendere come gestire la pressione dei coetanei
  • Ricorda loro l’importanza di rivolgersi a un adulto di riferimento in caso di necessità 

Esposizione a materiale pericoloso

Definizione

  • visione di NUGC (Negative User Generated Content: contenuti negativi generati dagli utenti) es: autolesionismo, assunzione di droghe, violenza nei confronti di terzi
  • distribuzione di NUGC
  • accesso a gioco d’azzardo
  • esposizione a pornografia e pedopornografia
  • hate speech: pubblicazione di contenuti a sfondo razzista o di incitamento all’odio
  • hate crime: crimini che prendono di mira una persona a causa di ostilità o pregiudizio nei confronti di quella persona, ad esempio per disabilità, razza o etnia, religione o credo, orientamento sessuale, identità transgender
  • trash talking: nel mondo online, per trash talking si intende il linguaggio provocatorio e gli insulti tipici di situazioni fortemente competitive come i videogiochi multiplayer.

Pericoli generali per la salute psico-fisica

Definizione

Possibili problematiche psicologiche con conseguenze anche fisiche: 

  • straniamento temporale
  • dimenticanza di bisogni primari come il mangiare ed il dormire
  • ansia e/o rabbia se impossibilitato a connettersi
  • percezione deviata della realtà
  • Inclinazione alla menzogna
  • sovraccarico mentale
  • alterazione stato sonno
  • dipendenza da sostanze
  • autolesionismo
  • istinti suicidi in casi di grave dipendenza e vulnerabilità
  • anoressia/bulimia
  • sentimenti  di inadeguatezza
  • insicurezza/bassa autostima
  • depressione per violenze subite o visualizzate
  • problemi relazionali
  • disturbi dell’umore
  • ansia
  • difficoltà nel controllo degli impulsi
  • riduzione dell’Interesse per ogni altra attività che non riguardi l’uso di Internet
  • manipolazione da fake news e mancanza di ampiezza di stimoli cognitivi
  • manipolazione mentale e riduzione degli stimoli


Possibili sintomi fisici come conseguenza del protrarsi di lunghi periodi di attività in rete, in posizioni poco salutari e, lunghi periodi di inattività fisica: 

  • infiammazione del tunnel carpale
  • dolori diffusi al collo e alla schiena
  • problemi posturali
  • problemi alla vista
  • obesità

Profilazione e frodi

Definizione

  • phishing: truffa online in cui la vittima contattata via e-mail, viene indotta a fornire informazioni e dati personali a malintenzionati che si fingono enti affidabili
  • smishing: tentativo di frode simile al phishing in cui la vittima viene contattata tramite messaggi di testo o SMS, da cui il nome “SMiShing” e viene indotta a fornire informazioni e dati personali
  • vishing: crasi delle parole ‘voice’ e ‘phishing’, tentativo di frode in cui la vittima viene contattata tramite una chiamata telefonica o tramite messaggio vocale 
  • typosquatting: forma di crimine informatico che consiste nello sfruttare errori di battitura o piccole variazioni di testo nelle URL dei siti Web, per dirottare l’utente verso un sito fake differente da quello che voleva raggiungere (es goggle.com) e da lì rubare dati sensibili
  • incentivo allo shoppaggio
  • violazione della privacy per scopi commerciali
  • geolocalizzazione e stalking

Sexting e derivati

Definizione

  • sexting: unione tra le parole sexual e texting, è l’invio di immagini e messaggi con esplicito contenuto sessuale attraverso smartphone o pc con diffusione su App di messaggistica e/o social network
  • revenge porn: condivisione pubblica di immagini o video intimi senza il consenso del soggetto
  • istigazione al revenge porn 
  • sextortion scam: ricatto sessuale che consiste nel minacciare la diffusione di informazioni private contenenti anche messaggi/foto/video a sfondo erotico

Se hai trovato utile questo approfondimento, condividilo affinché possa fare del bene anche agli altri.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp