Live chat di gruppo

La didattica a distanza

Nell’intento di fornire a scuole, atenei, studenti e famiglie indicazioni utili a un utilizzo consapevole e positivo delle live chat di gruppo a fini didattici, il 26 marzo 2020 il Garante per la privacy ha condiviso le implicazioni più importanti dell’attività formativa a distanza sul diritto alla protezione dei dati personali.

È necessario informare studenti, genitori e docenti che con l’utilizzo delle piattaforme digitali saranno trattati dati personali a fini scolastici e che anche il loro utilizzo dovrà essere conforme alle finalità dello strumento didattico.

Le principali piattaforme di didattica a distanza hanno predisposto alcune indicazioni dedicate ai docenti per avviare videolezioni in sicurezza alcune delle quali comprendono anche alcuni tutorial.

Accorgimenti da attuare prima delle lezioni

  • verificare il corretto funzionamento del proprio microfono;
  • verificare lo stato della propria connessione che può essere effettuata attraverso siti quali speedtest.net
  • terminare i programmi che potrebbero rivelare delle informazioni personali, del docente ad esempio attraverso notifiche di posta elettronica o client di messaggistica che vengono visualizzate sullo schermo durante la condivisione dello stesso;
  • disabilitare la possibilità per i partecipanti di chattare tra loro;
  • disabilitare il salvataggio automatico delle chat;
  • disabilitare il trasferimento file – ciò impedirà che la chat venga bombardata da immagini non richieste, meme etc.;
  • disabilitare la condivisione dello schermo per i “non host”;
  • disabilitare il controllo remoto;
  • disabilitare le annotazioni – ciò impedirà ai ragazzi di scrivere sulle schermate nella condivisione dello schermo;
  • assegnare un ID per la lezione e non l’ID personale del docente;
  • disabilitare la funzione “Partecipa prima dell’host”- ciò impedirà che si possa entrare prima dell’inizio della lezione e creare scompiglio tra i ragazzi;
  • abilitare la “Sala d’attesa” – ciò consentirà di avere un ruolo attivo nella scelta di chi autorizzare all’ accesso nella stanza (lezione) attraverso l’elenco dei partecipanti;
  • disabilitare la possibilità ai partecipanti di cambiare nome mettendone uno fittizio.

Accorgimenti da attuare durante le lezioni

  • mettere in muto tutti i partecipanti;
  • bloccare la lezione se tutti gli studenti sono presenti;
  • chiedere che siano attive le videocamere dei ragazzi per tutta la durata della lezione.

#PRIMACLASSE - Le buone regole per vivere la didattica a distanza.

Google Meet

Zoom

Google Duo

Google Hangouts

Skype

Google Meet (13+)

Cos'è:

  • Applicazione per riunioni video che consente anche di inviare messaggi scritti e condividere il proprio  schermo.
  • È progettato per le aziende ma può essere utilizzato anche per uso personale e scolastico. 
  • La versione gratuita consente di chattare con un massimo di 100 utenti .

Zoom (16+)

Cos'è:

  • È una delle live chat di gruppo maggiormente utilizzate in ambito scolastico e professionale. 
  • Funziona da smartphone, tablet e pc.
  • E’ possibile creare delle stanze virtuali, a  cui poter accedere anche tramite link. 
  • Nella versione gratuita permette la partecipazione di un massimo di 100 utenti contemporaneamente, tutti visibili.
  • E’ possibile condividere un documento con l’intero gruppo e inviare messaggi istantanei; la chiamata nella versione gratuita ha un limite massimo di durata di 40 minuti, dopo di che potrà essere riavviata.

Google Duo (14+)

Cos'è:

  • Applicazione per videochiamate di gruppo 
  • E’  utilizzabile sia da smartphone che da tablet e pc e  permette di collegare fino a 8 utenti . 
  • Con l’ultimo aggiornamento oltre alle classiche chiamate, alle videochiamate ed ai messaggi (vocali e video), è possibile lasciare un videomessaggio personalizzato destinato ai contatti non immediatamente disponibili.
  • Una volta avviata la chiamata non si possono aggiungere utenti. 

Skype (13+)

Cos'è:

  • Conosciuta come piattaforma per videochiamate, molto popolare fino a qualche anno fa.
  • Può mettere in contatto fino a 50 utenti contemporaneamente, consente di registrare le chiamate e di abilitare i sottotitoli in tempo reale. 
  • È possibile accedervi sia da smartphone sia da pc di qualsiasi sistema operativo.

Google Hangouts (14+)

Cos'è:

  • Piattaforma gratuita che consente di inviare ai propri contatti messaggi di testo, audio e video, in chat privata o di gruppo. 
  • È necessario un numero di cellulare per registrarsi sul telefono e un account Gmail per registrarsi sul proprio computer.
  • Il numero di partecipanti ad una videochiamata o ad una conversazione varia a seconda della tipologia di “pacchetto” utilizzato.

Se hai trovato utile questo approfondimento, condividilo affinché possa fare del bene anche agli altri.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp